Anticipazioni Cuore Ribelle, puntata 23 dicembre tutti contro il Bocanegra



Nella puntata di venerdì 23 dicembre della soap opera iberica Cuore Ribelle vedremo gli abitanti di Arazana in preda al panico per via di una serie di eventi che minacceranno la tranquillità del piccolo paesino.

Ormai ad Arazana regna il caos e a causare questo clima di anarchia e tumulti è ovviamente il terribile Bocanegra, il quale sta sempre di più sottovalutando il malcontento popolare senza sapere che in realtà sarà questo clima a determinare la sua disfatta. Intanto Sara, temendo per la vita di suo figlio, chiederà a Raul di schierarsi contro La Garduna con lo scopo di riabbracciare Miguel.

In quel frangente il fotografo le chiederà per quale motivo ha accettato le condizioni del Bocanegra diventando complice dei suoi misfatti. Allora la donna gli spiegherà che l’uomo le aveva promesso di liberare suo figlio se avesse collaborato per questo è entrata in possesso di questi famosi documenti solo per riabbracciare Miguel, eppure nonostante la sua onestà il Bocanegra non ha rispettato i patti rendendo molto inquieta la nostra Bandolera.



Raul si rende conto che finalmente il caso gli sta dando una grande occasione e cioè quella di dimostrare alla sua amata di potersi fidare di lui. Dopo un inizio piuttosto controverso Sara si renderà conto che Raul non è come sembra e che dietro i suoi stratagemmi c’è davvero il desiderio di stare insieme a lui.

La sua unica sfortuna è stata quella di schierarsi dalla parte del bandito, ma ora l’uomo ha la possibilità di cambiare il suo destino e riscattare la condizione di tutti i paesani. Intanto il Bocanegra si prepara ad avanzare una proposta per mettere le mani sulle terre di Don Eusebio, servendosi dei documenti sottratti da Sara, ignorando quindi che la banda di Chato sta architettando un piano per farlo fuori. Infine vedremo Clara inquieta per qualcosa che le dirà il suo amato.

Leggi anche: Anticipazioni Cuore Ribelle, puntata 27 dicembre la fuga del Bocanegra



Leggi anche