Grande Fratello lo scandalo: concorrente accusato di molestie sessuali!



Il GF VIP 2 all’italiana è giunto alla sua nona puntata. Si avvicina sempre più l’ora della verità per i concorrenti vip rimasti in gara. La puntata andata in onda ieri sera ha decretato l’eliminazione di Corinne Clery e la nomination di ben 5 personaggi. La scrematura si fa sempre più fitta e stretta in vista della finalissima prevista di qui a qualche settimana. Gli scandali di gossip non sono mancati, al solito. Sotto l’occhio del ciclone ci è finita anche Aida Yespica dopo il presunto avvicinamento con Jeremias Rodriguez nei giorni scorsi. Con tanto di bacio, stando alle gossip news. Motivo per il quale il fidanzato della modella venezuelana si è risentito particolarmente e le ha recapitato un messaggio in codice durante la diretta tv.

Grande Fratello

Tutto ciò mentre altrove le versioni straniere del Grande Fratello producono scandali ben più gravi e seri di quelli di gossip. Come nel caso spagnolo. Guai giudiziari in vista, nello specifico, per un concorrente del “Gran Hermano”.


Che succede? Scoppia la bolla mediatica al Grande Fratello versione Spagna. Più di una bufera. Un caso che fa scalpore e continuerà a farlo. Nel bel mezzo della diciottesima edizione, brutta gatta da pelare per il concorrente José Maria Lopez. Accusato di molestie sessuali da un’altra concorrente, tale Carlota Prado. Immediata è scattata la squalifica da parte della produzione. Ma il vero problema da arginare è un altro per il soggetto in questione.

La produzione stessa ha messo a disposizione della polizia spagnola, che sta indagando, il materiale contenente il video del presunto rapporto non consenziente. Anche la ragazza ha dovuto abbandonare il gioco per motivi anche mediatici, su consiglio dei psicologi. Nessun arresto, al momento, per José. La polizia chiede cautela sul caso: “La procedura consueta non è questa, visto che né la vittima né altri hanno fatto denuncia”. Brutta storia. Il Grande Fratello Spagna scosso. The show must go on. Atroce dirlo in certi casi, ma le esigenze televisive e mediatiche non si fermano davanti a nulla.