Anticipazione Il Segreto puntata del 3 luglio: i dubbi di Nicolas



Nella puntata di lunedì 3 luglio della soap opera iberica Il Segreto vedremo Nicolas confessare ad Hernando i suoi dubbi in merito alla scomparsa di Mariana. Il fotografo era seriamente convinto che sua moglie fosse scappata con il suo amante. Per questo motivo fin dall’inizio ha creduto che ci fossero le condizioni di un adulterio, arrivando ad ipotizzare che la sua famiglia fosse disposta a nasconderla dai suoi doveri coniugali. Ora però l’uomo realizza che i motivi possono essere altri e che quindi la donna non si è allontanata di sua spontanea volontà. In che modo Hernando aiuta Nicolas?

Anticipazione Il Segreto puntata del 3 luglio: Atilano viene arrestato

Buone notizie per Lucas e Sol dato che il perfido ed egoista Atilano viene arrestato dalla Guardia Civile dopo aver scoperto che il bambino di cui vantava un certo legame non è suo figlio. Di conseguenza l’uomo ha finto di essere il padre solo per poter intascare una lauta somma di denaro. L’intervento degli inquirenti ha consentito a Lucas e a Sol di prendere in affidamento il piccolo Marcos, la cui presenza alla Miel Amarga renderà le loro giornate cariche di gioia ed entusiasmo. Lucas è certo del fatto che quel bambino possa rappresentare la miglior medicina per sua moglie. Infatti nel momento in cui apprenderà che Marcos può trasferirsi in casa loro i suoi occhi saranno particolarmente gioiosi spazzando via con un solo gesto quell’alone di tristezza che capeggiava sul suo viso. Lucas non riesce ad accettare il fatto che ci siano in questo mondo uomini che sono disposti a sfruttare la malattia di un bambino solo per poter ricavare un buon introito. Per Sol Marcos è una prova dell’amore di Dio nei loro confronti dato che il piccolo è proprio quello che aspettavano da tanto tempo per ritornare ad essere felici.


Anticipazioni Il Segreto del 3 luglio: una brutta sentenza per Severo

Severo Santacruz è costretto a pagare il prezzo più alto in merito alle denunce relative alle vaccinazioni compromesse a quei poveri orfanelli. La corte dichiara l’uomo colpevole e dispone la confisca di tutti i suoi beni. Il dramma è che l’uomo non può opporsi per non compromettere ulteriormente la sua posizione. Paradossalmente la sentenza gli risparmia il carcere duro. In ogni caso l’uomo avrà un pesante crollo finanziario che lo costringerà ad un drastico cambio di rotta. Per questa ragione l’uomo non ha voluto raccogliere la richiesta d’aiuto di Francisca, proprio ripensando a tutto quello che sta passando a causa delle denunce ai suoi danni. Se la donna non avesse mosso mari e monti, a quest’ora l’uomo non pagherebbe questa multa salatissima. Severo accetta di risarcire tutte le vittime rispettando così la decisione della corte.

Infine vedremo Hernando impegnarsi nelle ricerche di Mariana, spiegando alla sua famiglia che userà tutte le sue risorse per trovare la donna, in cambio l’uomo chiede loro di trovare un punto di contatto con Nicolas. Inizialmente i Castaneda si mostreranno scettici poi però capiranno la buona fede dei due uomini e cercheranno di confrontarsi pacificamente. Infine i due fratelli di Matias che avevano partecipato al furto verranno trovati morti accanto alla palude. Il giovane però teme che non si tratti di loro. Insomma egli ritiene che questo incubo non è ancora finito. Infatti i suoi sospetti si riveleranno nella loro devastante prospettiva. A quel punto Matias cerca di capire per quale motivo abbiano fatto circolare la voce sulla loro morte. Qualcosa di molto losco è all’orizzonte e il giovane teme di essere coinvolto nel loro piano. Come sappiamo Hernando è a conoscenza del dramma di Matias e potrebbe intervenire per aiutarlo. In che modo lo farà?