Anticipazioni Il Segreto puntata del 28 giugno: i dubbi di Raimundo



Nella puntata di mercoledì 28 giugno della soap opera spagnola Il Segreto vedremo per quale motivo Raimundo si convincerà della falsità delle parole di Cristobal. L’uomo non crede alla sua versione dei fatti per quanto Emilia sia fermamente certa della sua buona fede. Raimundo resta dell’opinione che stia succedendo qualcosa di molto grave alla Villa. I suoi dubbi troveranno un riscontro nella realtà? Raimundo è seriamente convinto che Cristobal tenga in ostaggio Francisca. Quello che ha percepito alla Villa lo ha spinto a dubitare sulla sua buona fede. Nonostante il sacrificio di Emilia, l’uomo ritiene che sua figlia non abbia saputo carpire la reale situazione che si sta respirando alla Villa. Il fatto stesso che l’uomo le abbia proposto un lavoro sta a significare che l’ex intendente aveva bisogno di spostare l’attenzione su qualcosa che non avesse a che fare con Francisca.

Per Emilia le riflessioni di suo padre sono fuori luogo e sempre più lontane dalla realtà. Pur riconoscendo una certa ambiguità nel comportamento di Cristobal, Emilia esclude che l’uomo sia l’aguzzino della Montenegro invitando suo padre a farsene una ragione. Eppure Raimundo non si da pace e cerca di escogitare un piano per avvicinarsi alla Villa senza che sia scoperto. In questo senso l’uomo penserà bene di coinvolgere un altro personaggio, il quale sulla carta ha molte più speranze di lui di scoprire qualcosa. Stiamo parlando di don Anselmo, il cui ruolo sociale gli consentirebbe di accedere alla Villa senza che la sua presenza possa essere guardata con sospetto. Il buon prelato però teme in qualche tipo di ritorsione ma in ogni caso accetta la proposta di Raimundo, nella speranza che il suo gesto possa in qualche modo rasserenarlo. Secondo Emilia finché suo padre non vedrà Francisca con i suoi stessi occhi continuerà a non darsi pace.


Anticipazioni Il Segreto del 28 giugno: i tormenti di Hernando

Hernando vivrà un momento di grande sconforto in merito alle minacce di Elias. L’uomo ripenserà alle parole usate dal giovane chimico e improvvisamente sarà colpito da una fervida angoscia. L’idea che Elias possa nuovamente piombare nelle loro vite con l’intenzione di distruggerle mette a dura prova l’emotività di Hernando, il quale non riesce a sopportare il pensiero che la sua famiglia sia nuovamente in pericolo. Egli ritiene che fin quando Elias sarà a piede libero ogni momento di serenità potrebbe essere spazzato via dal suo arrivo. Per questo risulta importante scovarlo prima che faccia ancora del male. La morte di Remedios lo ha spinto a credere che davvero Elias sarebbe pronto ad uccidere. In siffatto contesto Hernando solleciterà la Guardia Civile affinché intensifichino le ricerche con lo scopo di trovare il fuggitivo. Le preoccupazioni di Hernando sono il motivo per il quale l’uomo si opporrà alla decisione di Beatriz di lasciare per sempre Puente Viejo. Il Dos Casas è consapevole delle esigenze personali di sua figlia ma nello stesso tempo ritiene che la sua partenza potrebbe essere un errore, dato che Elias sta aspettando un loro passo falso per attaccare. Di conseguenza l’uomo si mostrerà scettico verso il suo progetto di partire alla volta di Madrid, spiegandole che teme per la sua stessa vita. Beatriz però è del parere che non potrà vivere per sempre a Puente Viejo dato che oramai quei luoghi le stanno stretti. Hernando è consapevole ma si augura che Elias possa essere scovato presto in modo da consentire a sua figlia di prendere le sue decisioni liberamente. Nelle prossime puntate Beatriz troverà un valido motivo per restare al Jaral. Quale? Ebbene arriverà a Puente Viejo un giovane di cui si innamorerà perdutamente.




Leggi anche: