Il Segreto anticipazione della puntata del 22 giugno: ombre su Villa Montenegro



Nella puntata di giovedì 22 giugno della soap opera spagnola Il Segreto si respirerà una strana atmosfera in paese, dato che tutti avranno la sensazione che stia succedendo qualcosa di terribile a Villa Montenegro. In primis Raimundo racconterà quello che gli ha detto Donna Eulalia in merito a Francisca. Il solo fatto che la donna non sia venuta a riceverlo ha spinto l’uomo a farsi delle domande circa quello che sta succedendo alla Villa. Francisca è davvero in pericolo?

Il Segreto anticipazione della puntata del 22 giugno: che cosa sta succedendo alla Villa?

Dopo averne avuto la prova da Raimundo, Severo decide di recarsi a Villa Montenegro per affrontare la donna. Per causa sua dovrà affrontare un processo dopo le denunce partite ai suoi danni. Cristobal pur mostrando la sua solidarietà per le faccende giuridiche dell’uomo ammette che è impossibile parlare con la Montenegro dato che sta riposando nella sua stanza. Ma Severo insiste, lasciando intendere che non se ne andrà fin quando non avrà parlato con la donna. A quel punto Cristobal alza i toni spiegando che non ammette quell’insolenza in casa sua. Subito il Santacruz lo correggerà sottolineando che in realtà quella è la dimora della Montenegro. L’ex intendente non raccoglierà la provocazione e finirà per cacciarlo via di casa. Questo comportamento inquieterà Severo che da un lato penserà ad una possibilità complicità tra i due ma dall’altro lato temerà che alla Villa stia accadendo qualcosa dato che Cristobal è sembrato molto strano quasi come se fosse diventato il padrone della casa. I suoi sospetti unitamente a quelli di Raimundo spingeranno la comunità a porsi delle domande sul reale rapporto tra l’ex intendente e Francisca. Le percezioni saranno sempre più strane nel momento in cui Emilia racconterà di una strana conversazione tra Fe e Mauricio che lascia poco spazio all’immaginazione.


Il Segreto anticipazione del 22 giugno: le umiliazioni di Cristobal

Cristobal non ha intenzione di fare marcia indietro circa il suo terribile piano ed è per questo che sottoporrà la sua vittima alle peggiori umiliazioni. Così la donna sotto il controllo vigile di Donna Eulalia sarà costretta a passare tutta la giornata nella sua camera da letto. Quando i due lo ricorderanno le porteranno qualcosa da bere e mangiare, con lo scopo di farle capire che d’ora in poi per loro lei è una schiava che deve solo obbedire ai loro ordini. La situazione è davvero paradossale e Francisca teme che questa volta dovrà soccombere. Di fronte a tali umiliazioni la donna chiede quale sia il motivo che impedisce loro di ucciderla, risparmiandole queste privazioni. Secondo Cristobal la sua proposta non ha una saggia adesione nella realtà dato che in quel modo si perderebbero la soddisfazione più grande e cioè vederla patire le pene dell’inferno.

Ogni loro gesto deve in qualche modo eguagliare uno dei suoi misfatti compiuti in passati. Lo stesso freddo cinismo usato dalla donna per sopprimere le sue vittime sarà usato contro di lei per farle pagare tutto il male fatto. Intanto Donna Eulalia le spiega che l’unico modo per salvarsi è consegnargli tutte le sue proprietà ma soprattutto l’intero patrimonio che di regola spettava da sempre alla sua famiglia. La donna ricorda loro che senza la sua firma le loro mire saranno vanificate, ma Cristobal non è dello stesso parere. Anzi egli ritiene che prima o poi sarà costretta a fare anche questo. Per l’uomo la vendetta va servita fredda e di conseguenza si prenderà tutto il tempo necessario per denigrarla prima nello spirito e poi nella carne. A quel punto Francisca realizza quanto sia grande la crudeltà di quell’uomo, al pari della sua. La donna si salverà?