Il Segreto anticipazione e trama del 21 giugno: i diktat di Cristobal



Nella puntata di mercoledì 21 giugno della soap opera iberica Il Segreto vedremo Cristobal intensificare la pena di Francisca obbligandola ad una serie di privazioni. L’obiettivo dell’uomo è quello di farle perdere lentamente tutta la sua dignità. Per questa ragione ammetterà di essere infastidito dal fatto che la donna continui a muoversi tra le stanze della Villa come se fosse la padrona. Così penserà di passare ai fatti. Quali saranno i nuovi diktat di Cristobal?

Il Segreto anticipazione e trama del 21 giugno: il divieto di Cristobal

Cristobal penserà bene di vietare alla donna di passeggiare nelle stanze della Villa. Ragion per cui la obbligherà a restare chiusa nella sua stanza fino a nuovo ordine. Francisca non ne vede la minima necessità, mentre il suo aguzzino insiste facendole capire che questa volta lo schiaffo sarà più forte se proverà ancora ad opporsi. Così la donna viene rinchiusa nella sua stanza, in modo che non si veda più la sua ombra aggirarsi per le stanze della Villa. Francisca chiede aiuto a Donna Eulalia, appellandosi alla sua carità cristiana. Ma la donna di tutta risposta le spiega che anche Dio l’avrebbe segregata in quella stanza per punirla di tutte le sue malefatte. Francisca non può credere che davvero le stia succedendo. L’idea di essere segregata nella sua stanza la spaventa e la inquieta. In questo modo nessuno può sapere cosa davvero sta succedendo nella sua Villa, se continuano a nasconderla e a metterla da parte. Il recente arrivo di Raimundo è stato vissuto male dalla donna la quale ha appreso della sua venuta in un secondo momento. Per giunta ha saputo che Donna Eulalia ha fatto di tutti per fargli credere che è stata proprio la Montenegro a denunciare Severo, in modo di impedire all’uomo di ritornare nuovamente alla Villa. Qualcuno si accorgerà di quello che sta succedendo?


Il Segreto trama di mercoledì 21 giugno: il piano di Francisca

Francisca dopo aver realizzato quanto pochi disti dalla sua disfatta, penserà bene di tentare il tutto per tutto, escogitando un piano per rovesciare a suo favore la situazione. Ebbene la donna penserà bene di mettere i suoi carnefici l’uno contro l’altra. Così verso uno si farà scappare delle frasi dette dalla seconda e viceversa. Lo scopo è quello di indurli a credere che non possono fidarsi l’uno dell’altra. Francisca non sa se ci riuscirà ma nello stesso tempo prova ad attuare questa messa in scena, nell’ottica di non avere molte altre alternative prima della sua fine. L’unico ad essersi accorto di qualcosa di strano è Raimundo, il quale inizia a nutrire dei dubbi sui buoni propositi di Donna Eulalia. L’uomo è certo del fatto che alla Villa stia accadendo qualcosa si strano.

Nicolas decide di partire dopo aver realizzato che i Castaneda non hanno nessuna intenzione di parlare. Rosario e Alfonso però non hanno nulla da dire, anzi si aspettavano che il giovane gli potesse dire qualcosa in più sulla fuga di Mariana. Di fronte a questa ostinazione Nicolas ammette di essere deluso dai familiari di sua moglie, dato che li riteneva davvero degli amici. Ma Alfonso incalza spiegando che la sua tesi fa acqua da tutte le parti. Perchè mai loro dovrebbero nasconderla? Secondo Nicolas il motivo è semplice: Mariana ha sempre odiato il paese natio di suo marito, di conseguenza fuggire è stata l’idea più saggia che potesse fare. Secondo Rosario la sua posizione ha una pecca: è impossibile che Mariana sia fuggita di sua spontanea volontà lasciando la sua piccola Juanita. Questo dimostra che la donna è in pericolo e devono fare di tutto per impedirlo. Eppure Nicolas non si fida più di loro?