Anticipazione Il Segreto puntata 30 maggio: Raimundo costretto a chiedere scusa



Nell’anticipazione Il Segreto puntata 30 maggio vedremo Raimundo costretto a chiedere scusa a Francisca dopo aver scoperto che le sue illazioni non avevano alcun riscontro nella realtà. Per questa ragione l’uomo si impegnerà a porgerle le sue scuse nella speranza di appianare le loro divergenze. Di contro Francisca è molto sorpresa del suo atteggiamento ammettendo che non si aspettava questo suo dietro front, ma l’uomo ritiene che fosse doveroso ritrattare. Ma per quale motivo Raimundo ha dovuto chiedere scusa?

Anticipazione Il Segreto puntata 30 maggio

Anticipazione Il Segreto puntata 30 maggio

Contemporaneamente vedremo Hernando intenzionato a non avvalersi di un legale per la difesa da sostenere durante il processo. L’uomo pur dichiarandosi innocente ammette che non c’è alcun bisogno di una difesa dato che sa già che lo riterranno colpevole. Gli inquirenti non capiscono la sua posizione e saranno ancora più confusi quando l’uomo racconterà di voler proteggere il vero responsabile della morte di sua moglie.

La sua scelta metterà in crisi Camila che nello stesso tempo si convincerà della sua innocenza. Ma chi è la persona che sta proteggendo? Questo si chiede Camila e su questo inizierà le sue indagini. Intanto Elias non appena viene a sapere che Hernando si è rifiutato di collaborare con un legale, ne approfitta per far capire alla donna che questo dimostrebbe la sua colpevolezza. Ma Camila è stanca di lottare e cerca di minimizzare le sue parole.

La recente situazione di Beatriz non certo aiuta le cose. Anzi Elias come può sfrutta qualsiasi difficoltà per puntare il dito contro Hernando. Per Camila è chiaro il gioco sporco messo in atto dal giovane chimico, ma non vuole rompere completamente il rapporto con lui cercando quindi di temporeggiare. Quello che invece inizia a preoccuparsi è Matias il quale pur avendo capito la strategia di Elias, cerca di fingere una relativa comprensione per quello che stanno passando al Jaral. Matias ha capito di essere stato scoperto ed è per questo che continua a dargli delle risposte vaghe per capire dove vuole arrivare con i suoi discorsetti. Il giovane teme per la sorte di Camila dato che oramai Elias è fuori controllo. A quel punto quest’ultimo capisce che c’è un solo modo per liberarsi di Matias.

 



Anticipazione Il Segreto puntata 30 maggio: Raimundo costretto a chiedere scusa

Raimundo scopre che Puri, la domestica di Severo Santacruz, è viva e vegeta. Nell’ultima settimana la donna era sparita, spingendo lo stesso Raimundo a sospettare della Montenegro. L’uomo infatti aveva puntato il dito contro la donna accusandola di aver fatto sparire Puri con il solo scopo di mettere a tacere la sua preziosa e compromettente testimonianza. In quel frangente Francisca finse di essere ferita dalle sue parole per poi chiedere a Mauricio se avesse portato a termine la sua missione e cioè quella di uccidere Puri. Ora però le cose sono decisamente cambiate dato che si è sparsa la voce che la ex domestica della Miel Marga è in realtà viva. Di conseguenza Raimundo crede sia doveroso porgerle le sue scuse visto che è stato il primo a dubitare della sua malafede.

Successivamente Camila non riesce a capire per quale motivo Hernando preferisca dichiararsi colpevole. Egli è consapevole della pena che lo aspetta, eppure continua a ritenere necessario fingersi responsabile della morte di sua moglie. L’uomo sta coprendo qualcuno e non vuole in alcun modo che possa uscire fuori il suo nome. Camila non conoscendo tutta la storia che riguarda il suo passato non può comprendere affondo le sue scelte. Per questo motivo deciderà di andare fino in fondo a questa storia per capire cosa le sta nascondendo suo marito, il quale però vorrebbe che sua moglie non indagasse oltre.