Anticipazioni Il Segreto puntata 18 maggio la proposta di Zacarias



Nelle anticipazioni Il Segreto puntata 18 maggio vedremo Zacarias pronto a far capire a Matias quanto sia necessario che il giovane partecipi al suo ultimo colpo.

anticipazioni Il Segreto puntata 18 maggio

Matias vorrebbe avere la possibilità di negare a suo fratello il suo aiuto, ma si rende conto che non può farlo ed è per questo che decide di sostenerlo per l’ultima volta. Nonostante ciò il giovane teme che questa rapina possa finire male ed è per questo che accetta di collaborare ad una sola condizione: suo fratello deve fornirgli un’arma, senza però dirgli a cosa gli servirà. Zacarias accetta e gli procura una pistola come richiesto. Ma a cosa gli serve un’arma? Ebbene Matias vuole consegnarla ad Hernando, il quale sta architettando la sua fuga nel suo paese natio.

Infatti l’uomo realizzerà che l’unico modo per trovare delle prove che attestino la sua innocenza è quello di recarsi nei luoghi dove ha vissuto con la sua famiglia prima dell’incendio che ha determinato la morte di sua moglie e di suo figlio. Intanto Don Berengario continua a boicottare la sfilata di Gracia e Fe ritenendo l’evento in sé scandaloso anche per il messaggio fin troppo libertino che trasmesse agli altri paesani. Le due donne però decidono di proseguire nel loro obiettivo, ignorando volutamente le pressioni dell’uomo.

Intanto brutte notizie per Carmelo, il quale si farà coraggio per incontrare Mencia, la quale però sarà avvistata con un altro uomo. Questa circostanza inquieterà Carmelo che preferirà fare marcia indietro ammettendo di non avere il coraggio e la forza necessaria per affrontare una tale situazione. Inoltre Zacarias si presenta nuovamente al negozio dove lavora suo fratello per comunicargli di aver trovato la pistola che gli aveva chiesto e di essere pronto all’azione. Questa volta qualcuno del Jaral noterà con sospetto la sua presenza, Mattias allora correrà ai ripari.


Contemporaneamente vedremo Ramiro sempre più sospettoso nei confronti di Emilia dopo aver notato uno strano comportamento da parte della donna, la quale sarà avvistata in compagnia di Cristobal mentre gli consegna furtivamente dei documenti. Ovviamente l’uomo ignora l’entità di quelle carte, le quali sono state sottratte alla Montenegro con lo scopo di incastrarla. Cristobal comunica alla donna che dovrà analizzarle attentamente per capire se alla fine sia riuscita oppure no a scoprire qualcosa di interessante.

Emilia sia augura che l’uomo trovi finalmente quello che sta cercando altrimenti la sua vita rischia di compromettersi ulteriormente. Ma il nuovo intendente non sembra volersi accontentare finendo per chiedere sempre di più alla donna, la quale realizza di trovarsi in trappola. In effetti l’uomo sta portando allo sfinimento Emilia che non sa come reagire per uscire indenne da questo gioco perverso. Nel frattempo però Ramiro vuole capire che cosa conteneva la cartellina che sua cognata ha consegnato di nascosto a Cristobal.

Per questa ragione l’uomo affronterà Emilia nella speranza che la donna gli confessi che cosa sta succedendo tra lei e il nuovo intendente. Dalla risposta della donna Ramiro intuirà che c’è qualcosa sotto: Emilia chiede a suo cognato di non intromettersi per poi raccontare a Cristobal delle insistenti domande di Ramiro, spiegandogli che non può continuare a mentire a i suoi familiari.

L’intendente però ha una ottima soluzione per evitare che qualcuno della famiglia di Emilia possa insospettirsi. Per la donna purtroppo questo vuol dire solo una cosa: Cristobal non ha nessuna intenzione di mollare la presa anzi l’uomo vuole prosciugare tutte le buone intenzioni di Emilia con lo scopo di soggiogarla alla sua volontà. In effetti la donna scivolerà nel baratro dell’inquietudine e della disperazione senza che nessuno possa aiutarla o per lo meno comprendere che cosa le stia succedendo di così terribile.