• Home »
  • Gossip »
  • Isola dei Famosi 2017 dolce sorpresa per Simone Susinna e commozione!

Isola dei Famosi 2017 dolce sorpresa per Simone Susinna e commozione!



L’Isola dei Famosi 2017 si tinge di lacrime e commozione. Come quelle in occasione dell’incontro tra Moreno e il padre dopo 40 giorni e passa di permanenza in Honduras. Emozioni ripetute e moltiplicate in occasione del bacio tra Raz Degan e Paola Barale.

Simone Susinna

E’ successo di tutto e di più nell’ultima puntata de l’Isola dei Famosi 2017 andata in onda martedì 14 marzo su Canale 5. Una puntata caratterizzata dalle discussioni accese, in palapa e a distanza, al centro delle quali si è letteralmente scatenato Raz Degan.

L’ex marito di Paola Barale ha contribuito ad allargare ulteriormente la forbice, il confine tra lui e gli altri naufraghi, che ormai lo hanno totalmente emarginato. Tra questi c’è anche Simone Susinna. Il modello ha ricevuto una dolce e lieta sorpresa nel corso della puntata. 


Durante una prova ricompensa alla quale si è sottoposto Susinna ha ricevuto, a sorpresa, la visita del fratello Danilo. A quel punto sono scese lacrime di commozione da entrambe le parti. Comprensibile, dopo oltre 40 giorni di permanenza lì in Honduras.

Simone Susinna è certamente il naufrago maschio più desiderato dalle donne. Anche più di Raz Degan. Fino ad ora non aveva fatto parlare molto di sé, ma poi, nel corso dei vari appuntamenti quotidiani e serali con l’Isola dei Famosi 2017, si è aperto sempre più. Sul suo conto continuano a girare voci di gossip di un possibile flirt con Malena.

Un flirt che sembra esserci stato eccome sull’Isola. Ma ora Simone ha ben altri problemi da fronteggiare: dovrà difendersi dalla nomination in vista della prossima puntata. Nominato insieme a Raz Degan ed Eva Grimaldi. L’Isola dei Famosi 2017 si tinge di lacrime e commozione.

Non solo liti e incomprensioni. C’è spazio ancora per il cuore e per i sentimenti. Per la gioia dei telespettatori. Anche in questo modo si contribuisce ad elevare lo share griffato Isola.