Isola dei Famosi, il web boccia l’esordio di Stefano Bettarini



Stefano Bettarini, ex-calciatore ed ex-marito di Simona Ventura, dopo la sua deplorevole partecipazione al reality Grande Fratello, è stato scelto come inviato per l’Isola dei Famosi non senza polemiche. Infatti la stessa conduttrice Alessia Marcuzzi era molto scettica riguardo la sua partecipazione per poi ritrattare la sua posizione.

In ogni caso l’esordio di Bettarini come inviato è senza dubbio da dimenticare! Almeno secondo gli utenti del web che hanno letteralmente bocciato la sua performance, ridicola e inadeguata per un reality del genere. Addirittura l’hashtag più utilizzato durante la prima puntata è stato #Bettarini che ha battuto quello ufficiale #Isola.

Ma a questo hashtag erano associati numerosi commenti negativi da parte di chi considerava la sua conduzione assurda e incomprensibile, non solo per come si era comportato nel GF Vip ma anche per la preparazione. Quando Stefano ha iniziato in diretta a commentare la prima prova, gli errori e gli strafalcioni sono venuti da sè con una serie di tweet al vetriolo in cui gli utenti rimpiangevano la classe e la preparazione del precedente inviato (Alvin).



Insomma Stefano Bettarini non è partito con il piede giusto! Sicuramente le critiche che hanno accompagnato la sua partecipazione non hanno aiutato, anzi non hanno fatto altro che metterlo sotto pressione con un’evidente emozione che trapelava ad ogni intervento che faceva. A ciò si aggiunge una certa improvvisazione nel gestire il compito che gli ha assegnato la produzione.

Non è un caso che alcuni utenti sul web si sono chiesti:”ma con tante persone perchè hanno chiamato proprio lui?”ma dai non sa neanche mettere due parole una in fila all’altro e lo fate fare l’inviato?“. C’è da dire però che nonostante le sue difficoltà oggettive a condurre gli interventi dall’Honduras c’è una parte piccola del web che è sempre schierata dalla sua parte anche quando elencò al GF Vip tutte le sue scappatelle come se fosse una lista della spesa.



Leggi anche