Anticipazioni Una Vita puntata 28 aprile l’inquietudine di Mauro



Nelle anticipazioni Una Vita puntata 28 aprile vedremo Mauro particolarmente inquieto per via della situazione precaria di Humildad.

anticipazioni Una Vita puntata 28 aprile

Il giovane commissario di Acacias 38 è sospettoso riguardo il presunto desiderio della sua ex amata di prendere i voti ecclesiastici. Mauro è seriamente convinto che ci sia qualcosa sotto dato che la donna non ha mai nutrito alcuna aspirazione verso il trascendentale. Quando poi scoprirà che Humildad è in realtà malata realizzerà che la donna ha inscenato una farsa per tenerlo all’oscuro dalla verità. Insomma il suo obiettivo era quello di proteggere l’amore della sua vita.

Mauro capirà il grande sacrificio di Humildad ed è per questo che cercherà di starle vicino, mettendo a dura prova la fiducia di Teresa che non può accettare le condizioni dell’uomo. Presto però Mauro dovrà confrontarsi con una rivelazione molto dura dato che la sua giovane compagna di una vita potrebbe seriamente rischiare di morire. Come reagirà Mauro di fronte alla possibilità che Humildad possa morire? Di contro Teresa è seriamente convinta che quella della donna sia una strategia, ignorando che in realtà è tutto tremendamente vero!



Intanto la situazione giuridica di Casilda sembra migliorare, al punto che si paventa la possibilità di rilasciarla quanto prima. La giovane appare soddisfatta di fronte a questa evenienza ignorando quello che l’aspetta fuori e cioè una volta che sarà scarcerata. Con le indagini ancora in corso l’opinione pubblica sembra aver già trovato un colpevole che però a conti fatti è in realtà un innocente.

Casilda ignora che sarà molto difficile continuare a vivere ad Acacias 38 dopo la sua confessione, al di là della sua effettiva e comprovata innocenza. Infine vedremo Leandro confrontarsi con Juliana in merito a quello che gli ha confessato Maximiliano pochi secondi prima di morire in seguito all’esplosione della bomba. Perché la donna non gli ha mai detto che Victor è suo figlio?



Leggi anche