Una Vita anticipazioni puntate dal 26 febbraio al 2 marzo: Teresa viene arrestata



Nelle puntate dal 26 febbraio al 2 marzo della soap opera spagnola Una Vita vedremo Teresa seriamente nei guai dato che la donna sarà condotta in carcere, accusata di un grave crimine. Come reagiranno Cayetana e il suo amato Mauro?

Una Vita anticipazioni puntate dal 26 febbraio al 28 febbraio: una brutta notizia per Teresa

Lunedì 26 febbraio 2018 – La vita di Mauro è in pericolo: una misteriosa donna bionda travestita da infermiera si avvicina al letto di Mauro con lo scopo di iniettargli una brutta sostanza che nuocerà al suo organismo. Infatti da quel momento in poi l’uomo sarà funestato da improvvise convulsioni.

Martedì 27 febbraio 2018 – Celia vs Huertas: Huertas è disperata specie da quando Felipe ha deciso di non volerla rivedere mai più. A ciò si aggiunge il licenziamento di Trini chiesto esplicitamente dalla sua rivale. Le due donne si incroceranno sulla via principale e avranno modo di far sentire le loro ragioni.

Mercoledì 28 febbraio 2018 – Teresa riceve una brutta notizia: durante la recita scolastica il palcoscenico crollerà provocando la morte di molti bambini. Teresa sarà letteralmente sconvolta.



Anticipazioni puntate dal 1 marzo al 2 marzo: Teresa viene arrestata

Giovedì 1 marzo 2018 – Teresa rischia una condanna: per la morte di quei bambini dovuta al crollo del palcoscenico Teresa rischia la galera. Il suo successivo arresto è fomentato dalle accuse vendicative di Ursula che sta facendo di tutto per metterla fuori gioco.

Venerdì 2 marzo 2018 – Celia non ama più Felipe: Nonostante Felipe sia riuscito a staccarsi da Huertas e malgrado quest’ultima è stata licenziata dalla casa di Trini, Celia non è ancora soddisfatta o meglio ha sofferto tanto per quello che le ha fatto il marito da provare indifferenza di fronte ai recenti eventi. Analizzando la sua situazione Celia giunge ad un’amara consapevolezza: non ama più Felipe per quanto l’uomo abbia deciso di riconquistarla tornando nuovamente da lei. La loro storia è al capolinea?



Leggi anche