Uomini e Donne: Sossio Aruta al contrattacco: il bomber accusa duramente l’ex moglie



Uomini e Donne non tornerà sugli schermi Mediaset prima del prossimo mese di settembre. I telespettatori fedelissimi di Maria De Filippi stanno ancora elaborando la brutta notizia. Nel frattempo è iniziata ieri in via ufficiale la nuova stagione di Cherry Season. La soap opera turca che, di fatto, sostituisce Maria De Filippi e compagnia nel pomeriggio televisivo estivo. I protagonisti del Trono Over o Trono Classico, nel frattempo, si dedicheranno ad altre attività intrattenitive.

Sossio Aruta

Uno che si è particolarmente distinto nel corso di questa annata è stato, tra gli altri, Sossio Aruta. L’ex bomber di calcio è uno di quelli che riesce a balzare all’occhio sempre. Nel bene e nel male. Come in questo caso. La querelle mediatica con l’ex moglie sta appassionando non poco gli amanti del gossip e del pettegolezzo made in Italy. La storia è ben nota. Qualche settimana fa Sossio Aruta è stato accusato dall’ex moglie di non pagare gli alimenti per sé e per i suoi figli. Accuse che avevano gettato nello sconforto il tronista Over, il quale si era lasciato andare persino ad un pianto attraverso un video diffuso su Facebook. Chiaro segno di frustrazione. Ma da buon bomber qual è, il Re Leone non si lascia abbattere così facilmente.


Dura e piccata, è arrivata la replica del diretto interessato attraverso le pagine del settimanale DiPiù. Sossio respinge in toto le accuse infamanti rivolte dall’ex moglie attraverso una lettera pubblicata sul settimanale suddetto. In esso, egli dichiara che, nonostante il suo status di disoccupato, abbia fatto tutto il possibile per far star bene i suoi figli. Non soltanto dal punto di vista economico. Addirittura si rivela che sarebbe stata lei a tradirlo e a porre fine al loro amore mentre erano ancora sposati. Un matrimonio, dunque, finito per scelta altrui, a suo dire. Sossio Aruta al contrattacco al di là di Uomini e Donne. Per tutelare se stesso, ma, anche e soprattutto, i suoi figli tanto amati.