Valerio Scanu altro attacco a Maria De Filippi: la rivalsa dell’ex Amici



Certi ricordi sono difficili da cancellare e mandar via. Ma dipende pur sempre dalla personalità e dalla riconoscenza di ognuno di noi verso l’altro o verso qualcosa. C’è chi rimane riconoscente al posto che lo ha reso celebre e chi, invece, rinnega le proprie “origini” mediatiche.

Valerio Scanu

La scalata di Valerio Scanu verso la musica italiana è cominciata dallo studio televisivo di Amici di Maria De Filippi. E’ quest’ultima che l’ha consacrato, soprattutto in ambito televisivo, più che musicale.

Ma lo Scanu sembra avere una sorta di dente avvelenato verso quel talent che lo ha lanciato. La sua polemica è indirizzata soprattutto alla padrona di casa.


Valerio Scanu lancia un altro durissimo attacco a Maria De Filippi. La questione sul tavolo è sempre e solo il caso Morgan, le cui polemiche di sponda non si sono ancora placate del tutto, evidentemente. Mancava la ciliegina sulla torta.

Dopo molte manifestazioni di solidarietà a difesa di Maria De Filippi e del suo format da Amici, è arrivato il duro distacco dello Scanu, attualmente impegnato con la concorrenza televisiva di Ballando con le Stelle. Diventato una sorta di curatore dietro le quinte dell’universo social che ruota intorno al programma tv di Milly Carlucci.

Valerio Scanu ha pubblicato un lungo post su Facebook negli ultimi giorni, nel quale, in sostanza, si professa, grato e riconoscente, ma non per questo motivo schiavo a vita. Prende, dunque, un pochino le distanze dall’opinione corrente, anche se non del tutto.

Ha anche criticato aspramente chi difende per partito preso il talent show, sostenendo che bisogna essere più realisti e meno ipocriti in quanto si sa benissimo che, una volta conclusa l’esperienza televisiva, quasi certamente si finisce nel dimenticatoio mediatico. A meno che non trovi gli agganci giusti. Ma lì è un altro discorso. Valerio Scanu si unisce al coro dei dissidenti di Maria De Filippi. Rinnegate le proprie origini, anche se non totalmente.



Leggi anche