Raz Degan nostalgico all’Isola: svelato il grande rimpianto di una vita!



L’Isola dei Famosi 2017 giunge al suo penultimo atto. Pochissime ore e andrà in onda la semifinale del reality Mediaset condotto da Alessia Marcuzzi. Grande attesa soprattutto per rivedere all’opera lo scatenato Raz Degan, pronto ad ergersi a protagonista annunciato anche nella puntata di questa sera.

 

Raz Degan

Raz Degan si trova attualmente in nomination insieme a Giulio Base. I due si giocheranno l’accesso alla finalissima delle prossime settimane. Lì dove sono già approdati i vari Simone Susinna, Nancy Coppola e Malena. Raz riuscirà a vincere anche questa sfida?

Nel frattempo l’ex marito di Paola Barale sembra averne vinta un’altra di sfida: quella con se stesso e le sue angoscie.


Raz Degan è sempre stato un personaggio particolare, quasi unico nel suo genere. O con lui o contro di lui. Senza mezze misure. Lo ha dimostrato chiaramente nel suo percorso sull’Isola fino a questo momento, mettendosi contro tutti i naufraghi o quasi di questa edizione.

Stasera si deciderà il suo destino nel bene e nel male. Ma, intanto, Raz si confessa a poche ore dalla diretta tv. Svelato quello che a suo dire è il più grande rimpianto di una vita: non aver avuto figli, non essersi sposato e non aver costruito una famiglia a 50 anni.

Una riflessione inaspettata da parte sua lì sull’Isola, fermo a contemplare sulla sua esistenza, non avendo avuto la possibilità di partecipare alla prova ricompensa per colpa del morso di un animale. Ad ascoltarlo, quasi da amica, c’era Nancy Coppola, anch’ella sbalordita dalle parole shock di Raz Degan.

Semplice strategia mediatica per impietosire, in un certo senso, il pubblico a poche ore dalla nomination oppure si tratta di un’apertura mentale ed emotiva bella e buona? L’Isola dei Famosi 2017 accoglie un Raz Degan totalmente diverso, soprattutto nello spirito. Provato, ma in senso positivo, da questa avventura. Comunque andrà, lui ne uscirà vincitore. In attesa di rivivere l’amore con Paola Barale. Perché non è mai troppo tardi per certe cose.