Raz Degan sostenuto da un post di Paola Barale



L’Isola dei Famosi sembra sospendere il tempo tra ciò che è stato prima e ciò che verrà poi. L’impressione è quella di un tempo dilatato, trascorso tra fatiche fisiche e stress psicologici. I naufraghi però un passato ce l’hanno, proprio come tutti noi. Una storia fatta di relazioni, paure, sogni e desideri. Anche per questo motivo non bisogna dimenticare ciò che da fuori, seppur da lontano può influenzare ciò che sull’Isola accade.

Nel corso della diretta di ieri sera, Alessia Marcuzzi ha voluto confrontarsi apertamente con Raz Degan. Da un lato, certo, il naufrago era in nomination e ci sarebbe stata la possibilità che ieri per lui fosse l’ultimo giorno sull’Isola dei Famosi. Dall’altro però la nomination non era l’unico motivo per il quale si desiderava un confronto con lui. Raz ha mutato radicalmente il suo atteggiamento con alcuni dei naufraghi presenti sull’isola. Partito con scontri aperti e discussioni accese, ha avuto la pazienza e il coraggio di mettersi in discussione e di confrontarsi apertamente con loro. Forse è vero, come lui stesso ha ammesso, Raz non conosce le dinamiche dell’Isola ed è molto naturale e spontaneo nel suo modo di relazionarsi. 

Quel che è certo è che ha stretto amicizie nuove proprio con quei naufraghi con i quali si era apertamente scontrato. Tutto ciò non è passato inosservato e forse anche per questo la sua avventura sull’Isola prosegue. Anche chi gli vuole bene e da casa lo guarda, chi lo conosce da anni e sa ciò che sta provando ha apprezzato la sua capacità di essere se stesso. Stiamo parlando di Paola Barale, che è stata legata per diverso tempo a Raz Degan.



Paola ha voluto pubblicare sulla sua pagina social un post di incoraggiamento e di stima per il suo ex. Preferisco chi ha il coraggio di essere se stesso, mostrandosi realmente per quello che è, non cercando di piacere a tutti i costi.. per questo auguro lunga vita a Raz sull’isola. Queste le parole di Paola, che sono state lette da Alessia in diretta ieri sera.



Leggi anche