La terza serata di Sanremo 2017 dedicata alle cover



Come già era stato annunciato da tempo, la terza serata del Festival, quella che di solito coincide con il giovedì, viene dedicata alle cosiddette cover. I cantanti in gara infatti per una sera anziché dedicarsi a cantare la canzone che portano al Festival, propongono una canzone famosa, di un altro cantante. Vengono così messe alla prova non solo le doti canore ma anche la capacità di reinterpretare un pezzo, che di solito è diventato un vero e proprio classico della canzone italiana.

La prima ad esibirsi tra i Big è stata Chiara, che ha scelto la canzone Diamante di Zucchero. Mauro Pagani accompagna perfettamente la cantante e dall’incontro tra i due artisti nasce una versione del brano inedita, elegante e decisamente gradevole. A Chiara segue Ermal Meta, che ha deciso di proporre un pezzo non facile: Amara Terra Mia di Domenico Modugno. La scelta non è stata scontata ma ha premiato poiché il cantante ha incantato il pubblico dell’Ariston con una versione della canzone allo stesso tempo intensa e sofisticata. Subito dopo è la volta di Lodovica Comello, anche lei vestita di rosso, che canta e soprattutto balla Le mille bolle blu di Mina. 



Al Bano, come già avevamo già anticipato, ha deciso di omaggiare Celentano con una sua bellissima canzone dal titolo Pregherò. Al Bano conferma la forza e la prestanza della sua voce, regalando al pubblico di Sanremo una versione equilibrata e decisamente piacevole del brano. Dopo alcuni intermessi, la carrellata delle cover prosegue con Fiorella Mannoia che propone il pezzo Sempre e per sempre di Francesco De Gregori. Fiorella, impegnata nel suo tour dal titolo Combattente, si rivela davvero una grande cantante con una voce intesa e capace di regalare una versione molto sofisticata del brano. Persino Maria De Filippi commenta la sua esibizione con una parola di apprezzamento, brava! dice.