Carlo Conti risponde alle polemiche sul suo compenso



L’intervista integrale uscirà sul nuovo numero di Chi in edicola domani, mercoledì 1 febbraio 2017. Eppure alcune indiscrezioni già trapelano. Carlo Conti, conduttore ormai rodato del Festival della Canzone Italiana, si è sfogato. Dopo giorni e settimane in cui la polemica si era fatta sempre più accesa, il conduttore tenta di gettare acqua sul fuoco. Non sappiamo se tutto ciò sarà sufficiente ma la speranza di Conti è quella di riportare al centro della discussione ciò che realmente conta, ovvero le canzoni di Sanremo.

Fino ad ora non si è fatto altro che parlare di compensi. In realtà Maria De Filippi ha chiarito fin da subito che non avrebbe ricevuto un solo euro dalla partecipazione alla kermesse canora. Lui invece, Carlo Conti, che di esperienza ne ha e che si è sempre dimostrato piuttosto schivo in questo senso, è rimasto da solo nel centro del ciclone. Non è la prima volta che Carlo conduce il Festival, eppure quest’anno il clima è più pesante del solito. Tra il terremoto e i disagi creati dal maltempo, forse le persone sono più sensibili al tema dei soldi, soprattutto chi ha perso tutto ciò che aveva.

Allora quei seicentocinquanta mila euro che costituiscono il compenso del conduttore per cinque serate di Festival a molti non sono andati giù. Grazie ai social e al tam tam della rete, in un attimo l’informazione si è trasformata in tormentone e in polemica.



Conti sulle pagine di Chi ribatte: Mi dispiace molto. Comprendo il sentimento che parte da un disagio che c’è nella società, ma bisognerebbe sapere i fatti. Non perché un giornale fa un titolo e scrive una cifra allora è quella giusta e viene cavalcata in maniera populistica. Ci sono altri modi in cui ciascuno di noi fa qualcosa per chi vive un’emergenza ed è bello se rimane privato. Se quello che devolvo in beneficenza lo devo rendere pubblico per farmi bello, allora perderebbe di quella forza che parte da un comandamento: ‘Ama il prossimo tuo‘.



Leggi anche