Anticipazioni Il Segreto, puntata 28 dicembre il sabotaggio di Eliseo



Nella puntata di mercoledì 28 dicembre della soap opera spagnola Il Segreto vedremo in che modo e per quale motivo Eliseo saboterà l’azienda dei Santacruz.

Donna Francisca convocherà segretamente Eliseo nella sua Villa con lo scopo di illuminarlo su alcuni aspetti legati alla sua vita coniugale. La donna gli ricorderà che Sol dispone del 25% dell’azienda di famiglia, di conseguenza l’uomo ha tutto il diritto di mettere bocca negli affari della fabbrica di suo cognato. Così Eliseo inizierà a prendere il controllo, dando degli ordini assurdi che finiranno per incrinare il fatturato dell’azienda.

Quando Severo se ne accorgerà andrà su tutte le furie prendendosela con l’uomo. Dopo un’attenta analisi il Santacruz realizzerà che Eliseo non può più vivere alla Miel Amarga e di conseguenza progetterà un piano per mandarlo via. Quando scoprirà che sua sorella è pronta a seguire suo marito dovunque dovrà accettare la possibilità di perderla, dato che non riesce più a comprendere il comportamento di Sol.



Nel frattempo Francisca ottiene un grande successo in società con una meravigliosa festa di compleanno a cui partecipa tutta l’elite madrilena. Donna Eulalia è felice di aver aiutato sua cognata ignara che la donna si è servita di lei solo per i suoi scopi. Quando la sorella di Salvador Castro scoprirà l’inganno andrà su tutte le furie e penserà bene di vendicarsi. A tal proposito farà una telefonata che metterà in allarme Mauricio.

A chi ha telefonato Donna Eulalia? A chi avrebbe detto di sbrigarsi a mettere piede a Villa Montenegro? Infine vedremo Bosco piuttosto dubbioso e scettico nei confronti di Berta, la quale improvvisamente è diventata una ferma sostenitrice dell’operato della nonna di Beltran. L’insistenza con cui affronta la questione del trasferimento alla Villa lascia un pò perplesso Bosco che inizia a sospettare che ci sia qualcosa sotto. Che cosa nasconde la bambinaia?

Hai uno smartphone Android ? Scarica l'app Il Segreto Gratis



Leggi anche