Silvia e Rossella di Un Posto al Sole unite contro la Sclerosi Multipla



Un Posto al Sole è da sempre una fiction nostrana attenta anche ai temi sociali e di interesse pubblico. Spesso abbiamo raccontato come, tra una storia d’amore e un bisticcio condominiale, la fiction partenopea abbia saputo raggiungere il cuore della gente, educando e soprattutto trasmettendo messaggi importanti.

Un Posto al Sole

Un Posto al Sole ha celebrato vent’anni di successi e non conosce crisi di ascolti. Certo tutto ciò è merito della storia, avvincente e appassionante. Allo stesso modo gli attori sono colonne portanti di un successo che non ha precedenti né simili nello stivale. Ma il bello è che proprio gli attori non si fermano alla fiction, portano anche fuori dal set il loro impegno sociale.


Ancora una volta gli attori non fanno eccezione e prestano il loro volto, la loro immagine per una causa giusta. Stiamo parlando in questo caso della sclerosi multipla, malattia terribile e poco conosciuta ma in continua crescita. Eppure questa grave malattia induce una disabilità progressiva. Tantissime quindi sono le difficoltà che i malati sono costretti ad affrontare ogni giorno. Il costo sociale medio per persona con questa malattia in Italia è di 45 mila euro: 5 miliardi di euro all’anno quindi è l’enorme costo totale in Italia per questa malattia. Questo e moltissimi altri dati sono stati presentati in occasione della Giornata Mondiale dedicata alla Sclerosi Multipla, il 31 maggio scorso.

Dati che si sono concretizzati in un incontro aperto al pubblico presso la Sala Pignatiello del Comune di Napoli, alla presenza dell’Assessore alle politiche Sociali, Roberta Gaeta. Titolo dell’iniziativa è “Le sfide della sclerosi multipla si combattono insieme”. Una sfida che gli attori di Un Posto al Sole non hanno voluto dimenticare. Per questo Luisa Amatucci e Giorgia Gianetiempo, le attrici che interpretano rispettivamente Silvia e Rossella in Un Posto al Sole hanno voluto prestare il proprio volto per la conferenza stampa tenutasi presso il Comune di Napoli.