Il Commissario Montalbano anticipazione, puntata 20 marzo La Piramide di fango



Lunedì 20 marzo andrà in onda il consueto appuntamento con una delle serie tv più amate della tv italiana: Il commissario Montalbano, il cui personaggio tratto dai romanzi di Andrea Camilleri, continua ad appassionare il grande pubblico. Infatti dopo la media dei 12 milioni di telespettatori per i due ultimi mini-film ci si aspettava per le puntate in replica una forte inflessione, eppure la puntata mandata in onda la scorsa settimana Una Faccenda delicata (in replica, appunto) ha conquistato più di 10 milioni di telespettatori, quanto una puntata del Festival di San Remo.

Nell’episodio La piramide di fango si indagherà sulla morte di Geraldo Nicotra la cui morte ha che fare con un giro di corruzione e malaffare riguardante varie imprese edili. La fuga disperata dell’uomo in piena notte farà pensare ad un evento accidentale, per poi rendersi conto che in realtà l’uomo stava fuggendo dal suo assassino.

A rendere ancora più intricata la trama ci sarà il mistero sulla scomparsa della moglie Inge. E’ stata anche lei uccisa o è fuggita prima dell’assassinio? Secondo il commissario la donna potrebbe svelare una serie di retroscena che nella parte iniziale delle indagini sembreranno ancora lontani e oscuri.



Successivamente il nostro eroe verrà a conoscenza dell’esistenza di una terza persona che viveva nella casa dei due coniugi: un anziano che non incontrava mai nessuno. Il motivo del suo isolamento è da attribuire alla paura di alcune ritorsioni legate alla sua attività criminale. Infatti egli aveva creato una serie di imprese di costruzione che apparentemente erano in concorrenza tra di loro, mentre in realtà dietro ad ognuna c’era sempre la stessa persona che muoveva i fili.

Ma questo cosa c’entra con la morte di Geraldo? Ebbene lo scopriremo anche grazie all’intervento di un’agguerrita giornalista locale (Teresa Mannino) che però subirà delle pesanti minacce per la sua collaborazione con il commissario.



Leggi anche