Anticipazioni Cuore ribelle, puntata 2 dicembre colpo di scena per Pablo



Nella puntata di venerdì 2 dicembre della soap opera spagnola Cuore Ribelle vedremo Pablo cambiare atteggiamento nei confronti di Sofia.

bandolera

Il figlio di Don Eusebio si renderà conto di essersi accanito con la persona sbagliata. Pur avendo i suoi dubbi circa la veridicità del testamento scritto da suo padre, che come sappiamo ha lasciato in eredità l’intero patrimonio da dividere tra suo figlio e la sua neonata sposa, Pablo inizierà a guardare Sofia in modo diverso dal momento in cui la giovane gli racconterà una parte del suo passato. Così la donna farà riferimento a quello che accadde molto tempo fa’ quando suo padre Calixto era vicino di casa di Don Eusebio.

Sofia si soffermerà sul fatto che il defunto padre di Pablo voleva a tutti i costi le sue terre, ma Calixto nonostante avesse grande stima per l’uomo non voleva e nè poteva vendergliele. Ma Don Eusebio era pronto a tutto pur di strappargliele e così finì per farlo assassinare. Nell’agguato non morì solamente suo padre ma anche sua madre. Ovviamente questo racconto ha a che fare con il comportamento del Bocanegra, il quale ha già fatto sapere ai due di voler a tutti i costi le terre di Don Eusebio. Ma sia Pablo che Sofia si opporranno alla sua offerta innescando una reazione che li metterà in allerta.

Per questo la giovane gli ha raccontato la sua storia, per fargli capire di essere a conoscenza dei meccanismi che si celano dietro una compravendita terriera. Così Pablo contro ogni aspettativa deciderà di collaborare con la donna e insieme di unire le forze per combattere un nemico comune. Questo mutato atteggiamento da parte del giovane spingerà Sofia a ridimensionare alcune opinioni che aveva su di lui. Pablo si sta mostrando molto più comprensivo e tollerante di suo padre e questo può essere solo un vantaggio per la donna e per la sua permanenza ad Arazana.



Lo stesso Hector dichiarerà alla sua amata che solo trovando un punto di contatto con Pablo potrà contrastare l’arroganza e la crudeltà del Bocanegra, il quale non ha nessuna intenzione di fare marcia indietro. Intanto Raul scopre che Sara non vuole esimersi dall’incontrare il bandito, anzi il suo scopo è quello di affrontarlo ad armi pari per scoprire che cosa voglia veramente da lei. Come sappiamo l’uomo le ha fatto credere di essere interessato ad averla nella sua banda, ma Sara è sicura che ci sia qualcosa dietro. Allora a questo punto c’è da chiedersi perchè mai voglia incontrarlo pur sapendo che l’uomo potrebbe ucciderla.

Il motivo di tale ostinazione è da rintracciare nel famigerato amore che Raul prova per Sara, la quale è convinta che il fotografo pur di dimostrarle il suo affetto sarà pronto a proteggerla dal Bocanegra. In effetti questa strategia si rivelerà vincente dato che la donna sarà tutelata da Raul in tutta la sua trattativa con l’uomo. Intanto Jairo inizia ad avere i primi dubbi circa la sua investitura. Per quanto il paese lo adori considerandolo un eroe, egli non ha più fiducia nella Guardia Civile dopo aver visto con i suoi stessi occhi in che modo il capitano Ferrer avrebbe voluto far fuori Juan.

Di fronte a questo comportamento scorretto Jairo penserà bene di prendere una decisione importante sul suo futuro professionale. A tal proposito Morales cercherà di fargli capire che disertare sarebbe considerato un oltraggio non solo all’Arma ma anche ai paesani che hanno rivestito in lui così tanta fiducia. L’analisi dell’uomo è giusta ma Jairo teme che a lungo andare possa diventare come i suoi superiori e cioè un uomo ipocrita e corrotto, pronto a tutto pur di ingannare il prossimo.




Leggi anche: