• Home »
  • Gossip »
  • Elenoire Casalegno racconta la fine dell’avventura del Gf Vip

Elenoire Casalegno racconta la fine dell’avventura del Gf Vip



Ha vissuto il Grande Fratello Vip come una guerriera. Nonostante non abbia vinto, è uscita dalla casa a testa alta. Così si è presentata al pubblico e così continua ad essere anche fuori dal reality: se stessa. Stiamo parlando di Elenoire Casalegno. La bellissima showgirl ha vissuto il reality tra alti e bassi e, ora che è fuori dalla casa continua a mantenere vivo il contatto con quel pubblico che l’ha votata e sostenuta mentre era nella casa.

 

Ho cercato di non barcollare; ho fatto passi falsi lungo il cammino. Ma ho imparato che solo dopo aver scalato una grande collina, uno scopre che ci sono molte altre colline da scalare. Mi sono preso un momento per ammirare il panorama glorioso che mi circondava, per dare un’occhiata da dove ero venuto. Ma posso riposarmi solo un momento, perché con la libertà arrivano le responsabilità e non voglio indugiare, il mio lungo cammino non è finito. (Nelson Mandela) Fine… di questa avventura. Alla prossima.”.



Con queste parole prese in prestito da Nesol Mandela, Elenoire ha chiuso l’esperienza del Grande Fratello Vip. Con la consapevolezza di aver fatto ciò che poteva per essere se stessa e al tempo stesso per non mollare mai sotto il peso della nostalgia di casa. Elenoire non dimentica neppure lo staff che lavora per rendere possibile il reality: “Vi presento le “grandi sorelle”! All’appello manca Giulia. Sono le menti (insieme ad altri “grandi fratelli”) del GF. E non solo, anche le voci calde, profonde, rassicuranti, a tratti minacciose che ascoltavamo (anche voi da casa) ogni giorno. Non si sono limitate a fare il loro lavoro, ci hanno accompagnato, supportato e SOPPORTATO 24h su 24, senza tregua. Solo chi ha vissuto l’esperienza del GF può capire quanto siano fondamentali per la sopravvivenza nella casa. Non conoscevo i loro volti, ma quelle voci erano le mie certezze, in quelle voci ho trovato tanta umanità. Tanta compassione in due metri quadrati…il Confessionale.”.




Leggi anche: